ginnastica in gravidanza grosseto - ginecologia oncologica grosseto - cliniche private ostetricia grosseto - massaggio post parto grosseto - corsi in gravidanza grosseto - ambulatorio ostetrico grosseto

L'ostetrica è la figura professionale che si occupa di consigliare, supportare, assistere ed accompagnare la donna durante tutta la sua vita fertile, dalla pubertà alla menopausa.

Archivio articoli e news

Pap-test con l'ostetrica di fiducia!

Pubblicato in data 16/05/2018

Condividi la news Pap-test con l
paptestgrossetoostetrica

Il pap-test è un test di prevenzione in grado di individuare precoci modificazioni cellulari a carico delle cellule del collo dell'utero e quindi individuare prematuramente le situazioni che meritano un'indagine più approfondita o un controllo più serrato ai fini della prevenzione del tumore al collo dell'utero.

E' un test non invasivo e non doloroso da effettuare, salvo diverse indicazioni, a partire dai 25 anni di età, ogni tre anni, fino ai 65 anni.

E' differente rispetto al test HPV sia in termini di tipologia di esame sia in termini di ricerca di laboratorio: con il pap-test si studiano direttamente le cellule che compongono le diverse parti del collo dell'utero e si possono individuare quelle modificate o alterate.

Non c'è bisogno di recarsi appositamente dal medico ginecologo per effettuare il test, lo si può andare a fare nei consultori, negli ambulatori ospedalieri o privati oppure affidandosi alla propria ostetrica di fiducia!

Sono disponibile per pap-test e tamponi vaginali a domicilio o in ambulatorio (il mercoledì pomeriggio o il giovedì mattina)!

Potrebbe essere anche un buon momento per parlare di pavimento pelvico e sapere come sta!

Una valida alternativa agli assorbenti tradizionali? C'è!

Pubblicato in data 15/05/2018

Condividi la news Una valida alternativa agli assorbenti tradizionali? C
coppettamestrualegrossetoostetrica

Hai mai sentito parlare della coppetta mestruale?

Come si intende dal nome è una vera e propria coppetta pensata per raccogliere il flusso mestruale e rappresenta una validissima alternativa agli assorbenti tradizionali.
E' un dispositivo realizzato con silicone medico o TPE (elastomero termoplastico),di diversa rigidezza e forma a seconda della casa produttrice.

Ogni coppetta è dotata di un bordo più o meno spesso, di un corpo e di una base che termina in un gambo a stelo, a pallina o a forma di cerchietto a seconda della marca.

Le caratteristiche principali sono quelle di essere pratica, economica, ecologica e salutare. Vediamo perché ;)

E' pratica

Si inserisce in vagina come un comune tampone e una volta posizionata correttamente non se ne percepisce più la presenza.
La sua funzione è quella di raccogliere il flusso mestruale, non di assorbirlo ( insieme alle secrezioni vaginali, molto spesso alterando l'equilibrio e favorendo irritazioni e infezioni ricorrenti), adattandosi al calibro vaginale e alle caratteristiche anatomiche di ogni donna.
Una volta in posizione corretta, la coppetta si apre, crea il vuoto adattandosi alle pareti vaginali e raccoglie il flusso. Se ben posizionata e adatta la coppetta non dovrebbe ''perdere'' e quindi non ci si dovrebbe macchiare.
Esistono tantissimi modelli diversi con caratteristiche diverse ed è importante che ogni ragazza e donna abbia la possibilità di capire quale sia la coppetta appropriata per lei.

La coppetta non è usa e getta, si svuota, si pulisce e si riutilizza a lungo.

Assicura in media una libertà maggiore rispetto agli assorbenti esterni e ai tamponi in termini di frequenza dei cambi ( di solito si consiglia di svuotarla e inserirla nuovamente ogni 6-8 ore), occupa pochissimo spazio ed è discreta da portare in borsetta o in valigia.
Una volta terminato il ciclo la si sterilizza bollendola in acqua e la si può conservare in un sacchettino, che di solito è incluso nella confezione.

E' economica e ecologica

Avete mai pensato a quanti assorbenti in media consuma una donna durante tutta la sua vita fertile? Beh, parecchi.
Ho fatto un breve conto: stimando circa 40 anni di vita fertile di una donna
e circa 480 cicli mestruali, se si considerano 5 assorbenti al giorno per 5 giorni l'ammontare è di circa 12.000 assorbenti ciascuna, per un costo medio di 2400 €! in più, è stimato che servano circa 500 anni per lo smaltimento di 12.000 assorbenti.
Una coppetta costa circa dai 10 ai 40 €, dura dai 5 ai 10 anni se ben conservata e gestita ed è facilmente trasportabile, possiamo portarcela dietro dappertutto. Volete mettere? :)

E' salutare

Il fatto di raccogliere e non assorbire il flusso mestruale ci indica che la flora batterica non viene alterata dalla presenza di materiale assorbente come quello contenuto nei tamponi e negli assorbenti,per questo la coppetta è salutare: non crea irritazioni, arrossamenti, non favorisce l'insorgenza di infezioni recidivanti o fastidiosi pruriti e non è associata alla sindrome da shock tossico.
Avvicinarsi alla coppetta mestruale è anche un modo per conoscere il proprio pavimento pelvico e prenderne consapevolezza, per rendersi conto di quanto sia realmente abbondante ( o no!) il proprio flusso mestruale e, perché no, pensare alle mestruazioni con più disinvoltura, lasciando da parte i tanti tabù che invadono la nostra società :)

Ricordiamoci che la vagina non è un canale aperto ma è uno spazio circondato da muscoli specifici (quelli del pavimento pelvico) con una loro elasticità e caratteristiche variabili da donna a donna e le coppette non sono universalmente appropriate per tutte le donne.

Una coppetta non appropriata può creare disturbi, fastidi e risultare difficile da utilizzare e può influire negativamente sulla salute del pavimento pelvico.

Negli ultimi anni se ne è sentito parlare sempre di più, tanto che ormai la si riesce a trovare in molte farmacie, para-farmacie e addirittura in diversi supermercati.

Il consiglio è quindi quello di rivolgersi ad un'ostetrica di fiducia che si occupi anche di coppetta mestruale per farsi consigliare, per comprendere come inserirla, come gestirla e per capire insieme a lei quale coppetta faccia al caso vostro!

Di travaglio, viaggi e ormoni

Pubblicato in data 02/05/2018

Condividi la news Di travaglio, viaggi e ormoni su Facebook
corsoprepartogrosseto

Incontro per coppia o per gruppi di coppie in attesa condotto dall'ostetrica per parlare e pensare al travaglio come viaggio di incontro verso il bambino, strada potente e saggia e di come affrontarlo, come gestire le prime ore a casa e le successive nel luogo del parto scelto.
Un incontro pensato per soddisfare le esigenze delle coppie bisognose di informazioni riguardo al travaglio, alle contrazioni, alle sensazioni e a come mettere in pratica strategie di rilassamento, di contenimento del dolore nelle varie fasi e di tutela della propria fisiologia coinvolgendo i futuri babbi anche in attività pratiche e di condivisione con gli altri, in un ambiente accogliente e intimo.
L'incontro si organizza su richiesta e per quelli in gruppo il numero massimo di partecipanti è di quattro coppie.

Per info, dettagli e altro : Ostetrica Lucia Nardi: 3389064090

Quando richiedere una valutazione del pavimento pelvico?

Pubblicato in data 30/04/2018

Condividi la news Quando richiedere una valutazione del pavimento pelvico? su Facebook
rieducazionepavimentoplevicogrosseto

Il pavimento pelvico è costituito dai muscoli e dai legamenti che chiudono in basso il nostro bacino. Le sue funzioni sono molteplici ed estremamente importanti: sostiene il peso dei nostri organi addominali, assicura la continenza, è coinvolto nella nostra sessualità, si muove con noi e aiuta i bambini a nascere. Come ci suggerisce il nome stesso rappresenta il pavimento della nostra cavità addominale ma contrariamente dal nostro immaginario non è rigido come il pavimento di una stanza ma è una struttura flessibile, elastica, formata da muscoli diversi tra loro, di dimensioni e funzioni diverse. La tipologia di questi muscoli rende possibile la loro contrazione volontaria al bisogno ( e noi lo facciamo senza rendercene sempre conto numerose volte al giorno) e ci permette di mantenere questi muscoli sani e attivi. La vita di tutti i giorni, le nostre posture sempre più scorrette, praticare un' attività fisica non rispettosa del pavimento pelvico, aver avuto parti indaginosi o condotti in posizioni non libere, possono rappresentare fattori di rischio per sviluppare una disfunzione del pavimento pelvico, senza contare che molte donne non sanno nemmeno bene cosa sia.
Purtroppo la maggior parte delle donne, infatti, ne sente parlare per la prima volta durante la gravidanza, dopo il parto o, purtroppo, in età più matura quando comincia ad avvertire fastidiosi episodi di incontinenza urinaria o il suo medico le parla di prolasso.
Negli ultimi anni si è data sempre più importanza alla salute del pavimento pelvico in quanto l'incontinenza urinaria di varia origine, per esempio, è ormai un problema largamente diffuso e molto impattante sulla qualità della vita di chi ne soffre.
Anche in questo caso la prevenzione è l'arma vincente quindi sarebbe ideale che ad ogni donna venisse proposta l'opportunità di conoscere il proprio pavimento pelvico e di sapere come sta, che tipo di consapevolezza ne ha e se e' utile mettere in pratica modifiche di pratiche quotidiane o una vera e propria rieducazione.

Sarebbe opportuno richiedere una valutazione in presenza di:
-Perdite di urina in concomitanza di starnuti, colpi di tosse, risate, sollevamento di pesi o durante sforzi;
-Difficoltà di trattenere la pipi o urgenza delle minzioni;
-Stitichezza;
-Emorroidi;
-Dolore pelvico;
-Dolore durante la defecazione o la minzione;
-In presenza di prolassi vescicali, uterini o rettali;
-Nel post parto indipendentemente dalla modalità di parto;
-Dolore durante o dopo i rapporti sessuali;
-Sessualità non soddisfacente;
-Durante la gravidanza (come occasione di aumento della consapevolezza e in preparazione al parto);

Rivolgendosi ad un'ostetrica esperta di rieducazione del pavimento pelvico potrete saperne di più e migliorare la qualità della vostra vita :)

Prestazioni e attività per mamme in attesa e famiglie! Ostetrica a Grosseto

Pubblicato in data 17/12/2017

Condividi la news Prestazioni e attività per mamme in attesa e famiglie! Ostetrica a Grosseto su Facebook
Ostetricagrossetoserviziattività

Ma cosa fa un'ostetrica a domicilio?
Ci avete mai pensato che le ostetriche non stanno solo in sala parto?
L'ostetrica si occupa di tantissime cose, è una sorta di guida saggia e paziente che accompagna le donne. Dalla pubertà alla menopausa dovrebbe essere il loro faro nella notte, in grado di riconoscere i segnali di salute, di benessere, di fisiologia tipici di tutte le tappe al femminile, passando ovviamente anche per gravidanza, parto e dopo parto.
Lo può fare in ospedale, in regime di dipendenza, oppure nei consultori, nelle cliniche private o ancora può mettersi in proprio ed essere un'ostetrica a domicilio, come me :)
Che cosa cambia? un sacco di cose :)
Prima di tutto il tempo. Un'ostetrica a domicilio ti dedicherà tutto il tempo di cui avrai bisogno. I suoi strumenti principali saranno gli occhi, il cuore e, solo se serviranno, le mani. Anche le orecchie saranno protagoniste: ti ascolterà, ti osserverà come un'insieme di cose, con la tua storia, il tuo vissuto, il tuo essere. Ti renderà consapevole delle tue risorse, interverrà solo se ce ne sarà bisogno, ti coccolerà e non ti giudicherà. Si prenderà cura di te e della tua famiglia in arrivo (se c'è), senza mettersi (lei) al centro dell'attenzione.

In Italia la figura dell'Ostetrica a domicilio è poco conosciuta, purtroppo, anche se l'evidenza scientifica dimostra che avere un'ostetrica a fianco in continuità e con un'assistenza personalizzata, specialmente durante il percorso nascita, migliora notevolmente gli esiti a breve e lungo termine in relazione a soddisfacimento delle coppie e valutazione dell'esperienza del diventare genitori. In altri Paesi europei come la Germania, l'Olanda o la Danimarca quasi tutte le mamme hanno una loro ostetrica di fiducia.
E' una questione culturale, certamente, ma scegliere un'ostetrica di fiducia può davvero cambiare le cose!
Questi sono i servizi che personalmente offro:

-Corsi di movimento in gravidanza e dopo il parto
-Corsi di acquaticità in gravidanza
-Corso di accompagnamento alla nascita di coppia
-Consulenze su varie tematiche (Portare i piccoli, coppetta mestruale, allattamento, gestione delle prime ore del travaglio a casa, prime cure al neonato)
-Diagnosi di travaglio a domicilio
-Assistenza a domicilio dopo il parto
-Consulenza a domicilio in allattamento
-Massaggio al bambino
-Rieducazione del pavimento pelvico

Acquaticità in gravidanza- Grosseto

Pubblicato in data 15/12/2017

Condividi la news Acquaticità in gravidanza- Grosseto su Facebook
Corso piscina gravidanza grosseto

Sei una mamma in attesa? Vorresti fare movimento in acqua?
Questo è il corso che fa per te!
L'acqua è l'elemento delle emozioni, è lenta, avvolge, alleggerisce e rilassa.
Durante la gravidanza tante mamme si avvicinano all'acqua: è un modo per avvicinarsi alle sensazioni che prova il bambino dentro la pancia: protezione, leggerezza e contenimento.
Partecipare ad un corso di acquaticità in gravidanza ti premetterà di sperimentare movimenti dolci e leggeri in grado di farti restare in forma e rilassarti allo stesso tempo. Potrai conoscere altre mamme e la conduzione dell'Ostetrica potrebbe davvero esserti di grande aiuto!
Non sono necessarie capacità natatorie, la vasca ha un'altezza di un metro e venti circa per cui si tocca tranquillamente in tutti i punti della vasca :)

Alla piscina di Via dei Barberi a Grosseto il Martedi e il Venerdi dalle 11:45 alle 12:30!